Log In
per i professionisti

Cronidol®Fast

Guida Prodotti: Benessere osteoarticolare

Per suggerimenti/richieste
consumer@named.it

INDICAZIONI: Integratore alimentare a base di Boswellia, Pepe nero, Artiglio del diavolo, Mirra, MSM e Niacina. la Boswellia è utile per contrastare stati di tensione localizzata, la Niacina contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso.

MODALITÀ D’USO: 1 compressa al giorno.

AVVERTENZE : gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita. Non superare la dose giornaliera massima consigliata.
Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni d’età.

MODALITÀ DI CONSERVAZIONE: conservare in luogo fresco e asciutto. Il termine minimo di conservazione si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra. Non disperdere nell’ambiente dopo l’uso.

CONFEZIONE DISPONIBILE: 20 compresse in blister (compresse gastroresistenti).

Informazioni sui singoli componenti di CRONIDOL® FAST

Artiglio del Diavolo: l’Harpagophytum procumbens è una pianta erbacea che proviene dall’Africa tropicale. Viene comunemente chiamata Artiglio del Diavolo per il suo caratteristico frutto a forma di artiglio uncinato. I principali costituenti chimici dei tuberi essiccati di Harpagophytum procumbens sono i glicosidi iridoidi, in particolare arpagoside, procumbide, arpagide e 8-p-cumaroil-arpagide. L’Artiglio del Diavolo, grazie alla sua composizione, risulta utile per favorire le funzioni articolari e quelle digestive.

Boswellia sacra: è un albero che cresce in Medio Oriente e nel Nord Africa, dalla cui corteccia si ricava una resina ricca di acidi boswellici (AKBA) e risulta utile per favorire la funzionalità articolare, inoltre, contrasta gli stati di tensione localizzati.

Pepe nero: pianta della famiglia delle Piperaceae, originaria dell’India del sud, ampiamente coltivata nelle regioni tropicali.

Mirra: resina ricavata dalla Commiphora myrrha, una pianta diffusa in 50 diverse specie nella penisola Arabica e in diverse zone dell’Africa. Grazie alle sue caratteristiche, viene usata fin dall’antichità per favorire la normale funzionalità del sistema digerente.

Niacina (Vitamina B3): contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso.

Vitamina C: nota per le sue proprietà antiossidanti, è in grado di proteggere le cellule dallo stress ossidativo. Favorisce le difese immunitarie, facilita l’assorbimento del ferro e contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento.

La tensione muscolare è un disturbo comune che colpisce in particolare le persone che svolgono attività professionali sedentarie o, al contrario, chi pratica sport intensivo. Si parla di tensione muscolare quando si manifesta una rigidità dei muscoli che impedisce la corretta contrazione degli stessi, determinando nel tempo rigidità e fastidi diffusi in tutto il corpo.
Solitamente le zone maggiormente interessate sono il collo, la zona della schiena in prossimità della testa e le gambe.
Sono svariati i segnali di tensione a livello muscolare; tra i più comuni troviamo rigidità generalizzata e fastidi diffusi.
La causa più frequente è lo stress, ma anche errate abitudini posturali durante la giornata oppure eccessivo allenamento sportivo, possono aggravare tensioni muscolari.
Piccoli accorgimenti da adottare in presenza di tensione muscolare:
• è indispensabile riuscire a gestire lo stress quotidiano, imparare a rilassarsi allungando i muscoli
e respirare profondamente
• praticare esercizio fisico regolarmente, aiuta a mantenersi in forma
• fare dei bagni caldi, utili a rilassare i muscoli
• seguire una dieta sana ed equilibrata.

Per conoscere impieghi e indicazioni circa la corretta assunzione del prodotto, in relazione alla composizione e alla costituzione personale, ci si può rivolgere al proprio medico o farmacista di fiducia. Per ulteriori approfondimenti si può far riferimento a fonti informative accreditate come pubblicazioni scientifiche, bibliografie tematiche, etc.

Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. E’ pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o farmacista.