Log In
per i professionisti

Cardiofol

Guida Prodotti: Benessere cardiovascolare

Per suggerimenti/richieste
consumer@named.it

Informazioni

INDICAZIONI: l'estratto secco di semi d'Uva favorisce la regolare funzionalità dell'apparato cardiovascolare. Le Vitamine B6, B12 e l'Acido Folico concorrono al mantenimento di un equilibrato metabolismo dell'Omocisteina.
MODALITÀ D'USO: si consiglia l'assunzione di 1 compressa al giorno.
CONFEZIONE DISPONIBILE: 30 compresse in blister.
CONTROINDICAZIONI: non note.
AVVERTENZE: vedi confezione.

Curiosità

Vitamina B6: favorisce il metabolismo lipidico, glucidico e proteico e quello dell’omocisteina.

Acido Folico: è importante per numerosi processi metabolici, tra cui: sintesi di aminoacidi, ematopoiesi, metabolismo dell’omocisteina. Le carenze di Folato possono essere ricondotte ad un’inadeguata assunzione, o utilizzo, oppure ad un’aumentata escrezione dello stesso. La maggior parte del Folato e suoi derivati, presenti negli alimenti, sono instabili. Le verdure fresche perdono il 70% del loro contenuto di Folato in tre giorni e fino al 95% durante la cottura.

Vitamina B12: contribuisce ai processi di divisione cellulare dell’organismo, è utile per il funzionamento del sistema nervoso e per la formazione dei globuli rossi. Contribuisce, inoltre, al normale metabolismo energetico.

Semi d'Uva: l'estratto è utile per favorire le funzioni dell'apparato cardiovascolare; svolge, inoltre, un'azione antiossidante.

È risaputo che dopo i 50 anni, talvolta anche prima, il livello di colesterolo ematico è un valore significativo poichè è uno degli indicatori di rischio cardiovascolare. Non tutti sanno però che il valore di Omocisteina nel sangue è altrettanto importante ai fini della determinazione di possibili rischi cardiovascolari e non solo.
L’Omocisteina è un aminoacido derivato da un altro aminoacido, la metionina; introdotta con l’alimentazione (carne rossa, salumi, latte e formaggi).
L’Omocisteina viene poi trasformata dall’organismo, tramite due distinte vie metaboliche, in Glutatione, sostanza detossificante per le cellule e per il fegato, o in S-adenosilmetionina, molecola fondamentale per il cervello e per moltissime funzioni dell’organismo. Se, a causa di specifiche carenze nutrizionali, queste due vie metaboliche sono poco performanti, si verifica non solo un deficit di queste due importanti sostanze, ma anche un eccesso di Omocisteina nel sangue, definita iperomocisteinemia.
L’iperomocisteinemia è dannosa per l’organismo, in quanto genera un’elevata quantità di radicali liberi che agiscono negativamente in tutto l’organismo, in particolare sull’endotelio di vene ed arterie, favorendo i processi di aterosclerosi. Un eccesso di Omocisteina determina quindi un aumento di trombosi recidivanti delle arterie coronariche, cerebrali e periferiche e trombosi venose profonde.
Così come l’ipercolesterolemia, anche l’iperomocisteinemia si associa quindi ad un aumentato rischio di patologie cardiovascolari, aumentando anche il rischio relativo ad altre patologie, quali malformazioni fetali, decadimento mentale, Alzheimer e fratture spontanee per osteopenia.
Controlli a campione hanno dimostrato che oltre il 50% delle persone adulte presenta valori di Omocisteina elevati. Per ritrasformare l’Omocisteina in metionina l’organismo utilizza, in particolare, alcune Vitamine del gruppo B. Può succedere che queste Vitamine non siano presenti in quantità sufficiente o, a causa di una predisposizione genetica, ne occorra una maggiore quantità per metabolizzare l’Omocisteina, oppure, ed è il caso più frequente, vi è una generale carenza di Vitamine del gruppo B riconducibile alle abitudini alimentari moderne, in quanto l’alimentazione risulta carente soprattutto in frutta e verdure fresche e crude. Tra le cause o fattori che determinano un maggiore fabbisogno di queste Vitamine, sono da includere: il tabagismo e l’abuso di sostanze alcooliche, la scarsa attività fisica, l’abuso di alcuni farmaci e l’inquinamento ambientale, soprattutto quello dovuto alle polveri sottili. Le Vitamine del gruppo B, che sono coinvolte nel metabolismo dell’Omocisteina e che vanno assunte contemporaneamente, sono le vitamine B6 e B12 e il Acido Folico.
Cardiofol è un integratore a base di Vitamine B6, B12, Acido Folico ed Estratto secco d’Uva, quest’ultimo utile per regolare la funzionalità dell’apparato cardiovascolare.

Per conoscere impieghi e indicazioni circa la corretta assunzione del prodotto, in relazione alla composizione e alla costituzione personale, ci si può rivolgere al proprio medico o farmacista di fiducia. Per ulteriori approfondimenti si può far riferimento a fonti informative accreditate come pubblicazioni scientifiche, bibliografie tematiche, etc.

Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente. E’ pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o farmacista.